Offerta didattica per l'anno scolastico 2010/2011


L’unità e le differenze. L’italia e le identità degli italiani in Centocinquant’anni di Storia

 

cesedi_2010-11

(in collaborazione con Centro Servizi Didattici della Provincia di Torino)

Target: triennio delle scuole secondarie superiori. Il progetto didattico si rivolge in particolare alle classi quarte e quinte, che svolgono nel programma didattico i temi attinenti all’arco di tempo considerato dal progetto.
Discipline interessate: storia, filosofia, lettere italiane, storia dell’arte, psicologia e sociologia, economia e diritto.
Ciclo di tre incontri, di due ore l’uno per complessive sei ore scolastiche

A centocinquant’anni dalla conclusione degli eventi risorgimentali dai quali si originò l’Italia, la comprensione dei processi che furono all’origine del percorso che portò all’unificazione è un aspetto fondamentale per cogliere l’indirizzo assunto dalla formazione di una identità nazionale, variamente intesa e condivisa dagli italiani nel corso del tempo. Non di meno, l’analisi e la valutazione di quanto, a partire dal 1861, andò maggiormente connotando la peculiarità dello sviluppo politico, sociale ed economico del paese fino ai giorni nostri, è imprescindibile per capire cosa di compiuto e quanto di incompiuto ci è consegnato dal passato. L’obiettivo di fondo è quello di identificare continuità e discontinuità nella storia del nostro paese per meglio definire quali siano i caratteri propri dell’«essere italiani» oggi. Si tratta di un lavoro sui dati di fatto ma anche e soprattutto sulle raffigurazioni che, di volta in volta, sono state date del nostro paese, cercando di capire quali sono stati gli elementi di sintesi ma anche le differenze che hanno caratterizzato la storia unitaria, in virtù della quale ci si definisce oggi come «italiani». Per fare ciò ci si avvarrà del ricorso all’interpolazione critica di tre elementi: i luoghi, intesi non solo come elementi geografici o unità topografiche ma anche e soprattutto come ambiti simbolici, dove la coscienza collettiva ha assunto una fisionomia di lunga durata; i personaggi, individuali e collettivi, che hanno segnato, con la loro presenza, passaggi rilevanti della storia dell’Italia unita, sintetizzandone aspetti chiave nella propria fisionomia; i contesti, ossia gli eventi chiave, ma anche le situazioni peculiari, che hanno caratterizzato il proprio tempo, connotando l’evoluzione dell’idea di nazione. Per la realizzazione del percorso didattico, articolato in tre incontri, si ricorrerà all’uso di immagini e al loro commento critico. Ogni incontro sarà incentrato su una specifica unità storica, ovvero su di un lasso di tempo circoscritto, per meglio permettere agli studenti di compiere il necessario esercizio di contestualizzazione, anche in rapporto con la programma di storia.

• Primo incontro: Dall’unificazione alla nazionalizzazione. La creazione di uno Stato unitario e il problema del rapporto tra élites dirigenti e società nazionale
I luoghi: 1. la Torino risorgimentale; 2. lo Stato Pontificio; 3. le campagne; 4. le officine; 5. le trincee.
I personaggi: 1. Giuseppe Mazzini; 2. i garibaldini ; 3. Giovanni Giolitti; 4. i contadini: 5. il fante.
I contesti: 1 gli Appennini 2. il libro «Cuore»; 3. le campagne a latifondo; 4. Caporetto; 5. il «biennio rosso»

Secondo incontro: La nazione proletaria e lo Stato totalitario. Il popolo italiano come fascio e razza
I luoghi: 1. Roma; 2. piazza Venezia; 3. la scuola; 4. il Mediterraneo; 5. San Sabba e Basovizza.
I personaggi: 1. Benito Mussolini; 2. Vittorio Emanuele III; 3. lo squadrista; 4. il balilla; 5. la famiglia.
I contesti: 1. la battaglia del grano; 2. le corporazioni; 3. la propaganda; 4. l’«Impero»; 5. l’armistizio e l’8 settembre 1943.

Terzo incontro: La difficile democrazia in una società di massa. L’Italia
I luoghi: 1. Milano; 2. il Nord e il Sud; 3. la fabbrica; 4. la scuola di massa; 5. l’ipermercato.
I personaggi: 1. Alcide De Gasperi; 2. Palmiro Togliatti; 3. lo studente; 4. l’operaio; 5. la classe media.
I contesti: 1. il 25 aprile 1945 e la Liberazione; 2. la «ricostruzione»;3. l’età del «boom economico»; 4. gli «anni di piombo»; 5. «tangentopoli».

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo Sito sono utilizzati dei cookies. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. per sapere di più sui cookie e come cancellarli guarda la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito