• Istituto Salvemini
  • Istituto Salvemini
  • Istituto Salvemini

La biblioteca

Si è trasferita presso il Polo del '900. Consulta gli orariloghino modulo biblio

Attività e ricerca

logo-piccolo

5x1000

Immagine2

newsletter

Partnership:

JPEG ismel colore RGB 300dpi 1

polo del 900

Modulo_digitaliz_Avanti

Modulo_libri_doppi

Ultima pubblicazione

 
Novarino 2

Seguici su Facebook




associarsi

istituto

fotovideo

Pagina in costruzione

INVITO convegno 14aprile 2015 31

L'Istituto Salvemini, con l'AICCRE Federazione regionale piemontese e
altri enti, presenta il primo incontro del ciclo 2015 "L'Italia, l'Europa in un mondo che cambia"


Torino, l’Italia, l’Europa nella divisione internazionale del lavoro.
Specificità e punti di forza

Torino, martedì 14 aprile 2015
Ore 17.00 – 19.30
Fondazione Luigi Einaudi, Via Principe Amedeo 34

Intervengono:

Pietro Terna Presidente Collegio Carlo Alberto
Giovanni Colombo Direttore Istituto Boella
Francesco Profumo Presidente Gruppo Iren
Guido Giubergia Amministratore delegato Gruppo Ersel

Introduce e modera:

Marco Brunazzi Vice Presidente Istituto Gaetano Salvemini

L’incontro di apertura del ciclo è dedicato alle trasformazioni in corso nelle componenti del sistema produttivo: industria manifatturiera, trasporti e comunicazioni, ricerca e innovazione, ICT, energia, finanza. L’attenzione è focalizzata su Torino, città che ha affrontato un complesso percorso di transizione da metropoli “fordista” a realtà multipolare di innovazione.

Si prega di dare conferma della partecipazione al seguente recapito:
Centro Einstein di Studi Internazionali
Via Schina, 26 - 10144 Torino
Tel/Fax: 011-4732843
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Leggi l'invito

Locandina1

La libertà inquieta

 

Ciclo di incontri presso
il Museo Diffuso della Resistenza (Corso Valdocco 4/a)

Nel 2015 si celebrano due ricorrenze significative, che rievocano due passaggi fondamentali nella costruzione dell’identità nazionale: il centenario della Grande guerra, con l’ingresso dell’Italia nel conflitto, e il settantesimo della Liberazione dal giogo nazista e fascista. Di fatto, il periodo che va dal 24 maggio 1915 al 25 aprile 1945 - trent’anni attraversati da due guerre mondiali, da una durissima dittatura, ma anche da una sottile contrapposizione civile, ripropostasi in più di una circostanza e in diversi episodi, in quanto parte di un più ampio conflitto ideologico, a volte frontale, celebratosi in tutto il Continente - segna la transizione del nostro Paese dall’Italia liberale a quella fascista per giungere all’attuale configurazione repubblicana e democratica. Riflettere sui nodi, storici e storiografici, ma anche culturali ed umani, che tale periodo raccoglie e richiama, implica l’interrogarsi sull’Italia di oggi, su cosa essa sia divenuta e su quali siano gli elementi critici di un’identità nazionale a tratti ancora incompiuta.

 

Mercoledì 8 aprile ore 18

Il «radioso maggio» e le trincee crepuscolari

Claudio Vercelli in dialogo con Marco Brunazzi

Una riflessione sull’interventismo, democratico e nazionalista, sulle aspettative italiane, ma anche degli altri belligeranti. La guerra, presentata dalla propaganda come “liberazione” dalle servitù di un’Europa oramai ripiegata su di sé, si sarebbe presto rivelata nella sua tragica natura di evento catastrofico, in cui alle attese di emancipazione si sostituisce la tragica realtà di un cataclisma destinato a distruggere un’intera generazione.

 

Mercoledì 15 aprile ore 18

Oltre la «bella morte», a cercare la primavera della libertà

Claudio Vercelli in dialogo con Marco Brunazzi

Alla mitografia declinante del neofascismo repubblicano, basata sull’esaltazione della morte come prova di virilismo, la Resistenza contrappose l’idea della vita come conquista della libertà. Anche da ciò il 25 aprile come «Liberazione»: non solo dall’occupazione militare ma anche da un’idea di subalternità che già era stata propria dell’Italia liberale, nel suo intenso classismo, e poi recuperata dal Regime mussoliniano. Cosa ci dice, oggi, quella suggestione così profonda?

 

Giovedì 30 aprile ore 18

Il lungo cammino delle donne verso la conquista della libertà

Donatella Sasso in dialogo con Claudio Vercelli e Marco Brunazzi

Nella rigida impostazione della società fascista il ruolo tradizionale della donna diventa ruolo sociale per eccellenza. L’inquadramento nelle file delle Giovani italiane non prefigura però una partecipazione pubblica, ma è rappresentazione di un ordine rigido. È con la Resistenza e i movimenti politici femminili che finalmente si apre la lunga strada verso la conquista dei diritti e delle libertà, passando attraverso la concessione del diritto di voto.

In allegato la locandina

Gli incontri sono promossi e organizzati dall’Istituto di studi storici Salvemini - partner del Polo-del-900
 

INVITO DEF

 

La guerra e l'esilio nella letteratura
degli ultimi anni



interviene 


Bruno Arpaia


ultimo appuntamento del ciclo
LA NARRAZIONE DELLA GUERRA CIVILE E DELL'ESILIO SPAGNOLO

giovedì 2 aprile 2015, alle ore 18.00
presso la Sala conferenze del Museo Diffuso
corso Valdocco, 4/a

Tai

BENNY TAI A BIENNALE DEMOCRAZIA, UN EVENTO PROMOSSO DAL POLO DEL '900

Domenica 29 aprile alle ore 18,30 presso il Teatro Regio di Torino  Mario Calabresi e Federico Varese incontrano Benny Tai. Il costituzionalista, che insegna alla Facoltà di Legge della Hong Kong University, è stato il promotore e co-fondatore di  "Occupy Central”, una delle componenti – insieme alle organizzazioni degli studenti liceali e universitari – di Umbrella Revolution, il vasto movimento di lotta sceso in strada per una piena democrazia basata sul suffragio universale diretto, nell’ex colonia britannica, che dal 1997 è Regione amministrativa speciale della Cina. Il Polo del ‘900 è il programma che la Compagnia di San Paolo ha avviato con la Città di Torino e la Regione Piemonte che porterà all’inaugurazione presso i Quartieri Militari juvarriani di un centro culturale dinamico e aperto alla cittadinanza, rivolto soprattutto alle nuove generazioni e ai nuovi cittadini. Il centro si occuperà di temi legati all’attualità a partire dalle esperienza e dalle competenze dei diversi istituti che stanno lavorando al progetto, depositari di fonti documentarie significative, impegnati nella ricerca e nell’animazione intorno al Novecento e alla contemporaneità e che lì prenderanno sede a fine del 2015  www.polodel900.it

Per partecipare all’incontro consultare la sezione Informazioni del programma di Biennale Democrazia (http://biennaledemocrazia.it/info-contatti)

invito 30 marzo

 

 

Lunedì 30 marzo 2015

ore 15.00, 
Palazzo Lascaris in via Alfieri 15,

quarto appuntamento di presentazione delle quattro biografie della
Collana "Donna&Donne" della Consulta Femminile del Piemonte, dedicate a

Giovanna Cattaneo
Nicoletta Casiraghi
Maria Magnani Noya
Angiola Massucco Costa

a cura dall'Istituto Salvemini

cartolina-retro-storia-e-memoria 19

 

Giovedì 19 marzo, alle ore 18.00, presso la sala conferenze dell’Istoreto, in via del Carmine 13, si tiene Storia e memoriasecondo appuntamento di Narrare la storia delle donne, realizzato da Ismel e Istoreto, nell’'ambito delle iniziative culturali “Liberazioni” del Polo del '900, coordinate dall’Unione Culturale Antonicelli e sostenute dalla Compagnia di San Paolo. www.polodel900.it

 

Durante l’incontro viene presentato il volume di Enrico Miletto, “Mundaris. Donne e lavoro in risaia nel Novecento vercellese (Irsbivc, 2015). Ne discuteranno con l’autore, Patrizia Audenino (Università di Milano), Enrico Pagano (Irsbivc), Alessandro Portinaro (Sindaco di Trino Vercellese),

invito 16 marzo

 

 

Lunedì 16 marzo 2015

ore 17.00, 
Palazzo Lascaris in via Alfieri 15,

terzo appuntamento di presentazione delle quattro biografie della
Collana "Donna&Donne" della Consulta Femminile del Piemonte, dedicate a

Giovanna Cattaneo
Nicoletta Casiraghi
Maria Magnani Noya
Angiola Massucco Costa

a cura dall'Istituto Salvemini

invito 9 marzo 2015

 

 

Lunedì 9 marzo 2015

ore 17.00, 
Palazzo Lascaris in via Alfieri 15,

secondo appuntamento di presentazione delle quattro biografie della
Collana "Donna&Donne" della Consulta Femminile del Piemonte, dedicate a

Giovanna Cattaneo
Nicoletta Casiraghi
Maria Magnani Noya
Angiola Massucco Costa

a cura dall'Istituto Salvemini


invito-2-marzo-2015

 

Lunedì 2 marzo 2015

ore 17.00, 
Palazzo Lascaris in via Alfieri 15,

primo appuntamento di presentazione delle quattro biografie della
Collana "Donna&Donne" della Consulta Femminile del Piemonte, dedicate a

Giovanna Cattaneo
Nicoletta Casiraghi
Maria Magnani Noya
Angiola Massucco Costa

a cura dall'Istituto Salvemini


 
 

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo Sito sono utilizzati dei cookies. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. per sapere di più sui cookie e come cancellarli guarda la nostra privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito