episodi_e_stasimi.jpg
  • News

Episodi e stasimi

Prove su strada e ragionamento pubblico attorno allo spettacolo teatrale Gaddus alla Guerra Grande in scena da settembre.
Prove da giovedì 13 luglio a venerdì 21 luglio di fronte alla Libreria Il Ponte sulla Dora e alla Lumeria Via Pisa angolo via Reggio, Torino. A cura della Compagnia Marco Gobetti.

Le prove su strada dello spettacolo Gaddus alla Guerra Grande da parte della Compagnia Marco Gobetti sono seguite da un ragionamento pubblico, a partire da un libro. L’impianto delle prove ha una struttura analoga a quella della tragedia greca, diluita però su una base temporale ampia: in questo caso momenti spettacolari su strada (episodi) si alternano (per analogia, contrappunto o diretta attinenza) a occasioni di confronto pubblico (stasimi).

Lo spettacolo, Gaddus alla Guerra Grande, è la rielaborazione drammaturgica di “Giornale di Guerra e di prigionia” di Carlo Emilio Gadda. Lo spettacolo è in corso di realizzazione e debutta il 27 settembre 2017 a Torino nell’ambito del progetto “Riprendo la storia – L’Italia alla Grande Guerra” curato dall'Istituto Salvemini.

Giovedì 13 luglio 2017

h 20.00 – episodio – prova pubblica su strada del futuro spettacolo “Gaddus alla Guerra Grande” (e di brani da altri spettacoli in repertorio della Compagnia Marco Gobetti)
h. 21.00 – stasimo – Leonardo Casalino ragiona in pubblico a partire dal volume “Il disperso di Marburg” di Nuto Revelli (Einaudi, 1994)

Venerdì 14 luglio 2017

h 20.00 – episodio – prova pubblica su strada del futuro spettacolo “Gaddus alla Guerra Grande” (e di brani da spettacoli in repertorio della Compagnia Marco Gobetti)
h. 21.00 – stasimo – Matteo Dominioni ragiona in pubblico a partire dal volume “Plotone chimico. Cronache abissine di una generazione scomoda” di Alessandro Boaglio (Mimesis, 2010)

Martedì 18 luglio 2017

h 20.00 – episodio – prova pubblica su strada del futuro spettacolo “Gaddus alla Guerra Grande” (e di brani da spettacoli in repertorio della Compagnia Marco Gobetti)
h. 21.00 – stasimo – Marco Brunazzi ragiona in pubblico a partire dal volume “Giorgio Bassani, prigioniero del passato e custode della memoria” di Sophie Nezri (Franco Cesati Editore, di prossima pubblicazione)

Mercoledì 19 luglio 2017

h 20.00 – episodio – prova pubblica su strada del futuro spettacolo “Gaddus alla Guerra Grande” (e di brani da spettacoli in repertorio della Compagnia Marco Gobetti)
h. 21.00 – stasimo – Cristian Barbato ragiona in pubblico a partire dal volume “L’agenda rossa di Paolo Borsellino” di Sandra Rizza, Giuseppe Lo Bianco (Chiarelettere, 2017)

Giovedì 20 luglio 2017

h 20.00 – episodio – prova pubblica su strada del futuro spettacolo “Gaddus alla Guerra Grande” (e di brani da spettacoli in repertorio della Compagnia Marco Gobetti)
h. 21.00 – stasimo – Alfredo Tradardi e Diana Carminati ragionano in pubblico a partire dal volume “ESCLUSI – La globalizzazione neoliberista del colonialismo di insediamento” a cura di Enrico Bartolomei, Diana Carminiati, Alfredo Tradardi (DeriveApprodi, di prossima pubblicazione)

Venerdì 21 luglio 2017

h 20.00 – episodio – prova pubblica su strada del futuro spettacolo “Gaddus alla Guerra Grande” (e di brani da spettacoli in repertorio della Compagnia Marco Gobetti)
h. 21.00 – stasimo – Anna Delfina Arcostanzo ragiona in pubblico a partire dal volume “La fabbrica del falso” di Vladimiro Giacché (DeriveApprodi, 2010)

Per maggiori informazioni

Istituto di studi storici Gaetano Salvemini c/o Polo del '900 - Via del Carmine 14, 10122 Torino - C.F. 80103950012- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel 011 5838337 - Mob 328 1160194 - Credits: Mediafactory Web Agency Torino

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo Sito sono utilizzati dei cookies. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. Per scoprire come utilizziamo i cokie e come cancellarli guarda la nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.