Portella_della_Ginestra-sito.jpg
  • News

Portella della Ginestra

Presentazione del libro Portella della Ginestra. Primo maggio 1947: nove sopravvissuti raccontano la strage di Mario Calivà.

Lunedì 16 aprile ore 18,30, Polo del ‘900, Via del Carmine 14, Torino

Conversazione fra Mario Calivà, Alessandro Pontremoli e Marco Brunazzi

Con la partecipazione di Salvatore Barbato, testimone della strage

Reading teatrale con Antonella Delli Gatti

 Il libro

Il Primo maggio del 1947 duemila lavoratori del Palermitano, della zona di Piana degli Albanesi, di San Giuseppe Jato e di San Cipirello si riunirono a Portella della Ginestra per la Festa del Lavoro. Improvvisamente alcuni uomini, guidati dal bandito Salvatore Giuliano, spararono sulla folla, uccidendo dodici persone e ferendone più di trenta. È la strage di Portella della Ginestra, prima strage di Stato, evento spartiacque del dopoguerra che ha cambiato il corso della storia, da molti considerato il primo grande mistero dell'Italia repubblicana: mai sono stati accertati, infatti, il movente e i mandanti. Nel volume parlano nove testimoni che hanno visto le vittime morire davanti ai propri occhi tra la folla festante. La memoria riprende così vita attraverso la voce di Giorgio Bovi, Michele Maniscalco, Concetta Moschetto, Mario Nicosia, Serafino Petta, Giovanni Renda, Michele Spatafora, Giuseppe Vitanza. Un prezioso documento di storia orale che permette di andare al di là della storia ufficiale ed entrare nel vivo dei fatti, condividendo emozioni e riflessioni attraverso il dialogo fra l’autore Mario Calivà e gli studiosi Marco Brunazzi e Alessandro Pontremoli, con la presenza di un testimone d’eccezione, Salvatore Barbato e la voce narrante di Antonella Delli Gatti, attrice di teatro sociale.

L'incontro

L’incontro è realizzato al Polo del ‘900 dall’Istituto di Studi Storici Gaetano Salvemini in collaborazione con Università degli Studi di Torino e Associazione Filieradarte in preparazione dell’evento corale TORINO | Ballo 1945_Grande Adagio Popolare, ideato e diretto da Virgilio Sieni in programma martedì 1 maggio alle nello Spazio MRF a Torino, nell’ambito del progetto La Città Nuova – Giovani, lavoro e comunità in cammino, progetto multidisciplinare, attento alle trasformazioni della città e del tessuto sociale, nel quale convergono attività di danza contemporanea e di comunità, performance musicali, convegni e seminari sul tema dell’innovazione culturale e delle nuove professioni. Ideato dalle Associazioni Didee – arti e comunicazione, Filieradarte e Merkurio – Servizi musicali con l’intento di promuovere la partecipazione attiva di differenti generazioni di cittadini e rigenerare gli spazi urbani attraverso nuove forme artistiche e relazionali, il progetto risponde alle linee guida del bando della Compagnia di San Paolo / Polo del ‘900 nel quale si colloca e coinvolge l’Istituto di studi storici Gaetano Salvemini, l’ISMEL (Istituto per la Memoria e la Cultura del Lavoro, dell’Impresa e dei Diritti Sociali) e l’Associazione Almaterra (Centro interculturale delle donne Alma Mater). 

Istituto di studi storici Gaetano Salvemini c/o Polo del '900 - Via del Carmine 14, 10122 Torino - C.F. 80103950012- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel 011 5838337 - Mob 328 1160194 - Privacy Policy - Credits: Mediafactory Web Agency Torino

. Questo sito utilizza cookie esclusivamente tecnici per permettere una corretta navigazione e la completa fruizione di tutti i contenuti da parte dell utente. Non utilizziamo in alcun modo cookie di profilazione. cookie policy.