Presentazione del libro "Diplomazia clandestina" di Emilio Lussu

giovedì 19 maggio 
Ore 13.30 | Sala Arancio, Salone del Libro

Con l’assassinio di Carlo e Nello Rosselli a Bagnoles de l’Orne, Giustizia e Libertà subisce un colpo durissimo, ma tra i suoi dirigenti è chiaro l’intento di non interrompere l’attività del movimento fondato dieci anni prima. È la stessa vedova di Carlo Rosselli, durante i funerali a Parigi, ad affidare a Emilio Lussu il compito di assumerne al guida.
Le pagine oggi ripubblicate raccontano della sua azione all’estero dopo l’invasione tedesca della Francia nel 1940, della sua resa, dell’ingresso in guerra dell’Italia di Mussolini fino alla caduta del fascismo il 25 luglio 1943. Con la moglie Joyce Salvadori, Emilio Lussu percorre in quegli anni in lungo e in largo la Francia (Parigi, Marsiglia), il Portogallo neutrale, Gibiliterra, Malta, Londra, New York, di nuovo Londra, dove si consuma la parte più importante della vicenda da lui raccontata, di nuovo ancora clandestinamente a Lione, fino al rientro in Italia il 13 agosto 1943 dopo la caduta del fascismo via Ventimiglia-San Remo.
L’incontro intende ripercorrere i colloqui intercorsi, le relazioni intessute, le strategie politiche avviate nel solco di una resistenza attiva, giocata sul filo delle abilità diplomatiche.

Intervengono: Valdo Spini (Aici), Luciano Boccalatte (Istoreto), Marco Brunazzi (Istituto Salvemini), Giovanni Ferrero (Ismel) e Armando Sternieri (Thedotcompany). 

 

Istituto di studi storici Gaetano Salvemini c/o Polo del '900 - Via del Carmine 14, 10122 Torino - C.F. 80103950012- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel 0110683484 - Mob 328 1160194 - Privacy Policy - Credits: Mediafactory Web Agency Torino

. Questo sito utilizza cookie esclusivamente tecnici per permettere una corretta navigazione e la completa fruizione di tutti i contenuti da parte dell utente. Non utilizziamo in alcun modo cookie di profilazione. cookie policy.